Che cos'è l'azoospermia?

Che cos'è l'azoospermia
Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Azoospermia – not easy to spell and not easy to deal with. The condition is pretty rare – impacting only 1% of men – but it is the root cause of between 10% and 15% of infertility cases. But what exactly is it and what can you do if you are one of the men it impacts? We’ve broken it all down here.

What does azoospermia mean?

Firstly let’s get our heads around what azoospermia is. Generally speaking, azoospermia refers to cases where men have no sperm cells in their semen.

A quick biology lesson pit stop: sperm is made in the testicles and when you ejaculate it travels through your reproductive tract and mixes with fluid in your seminal ducts – making semen. With azoospermia there are no sperm cells – so whilst your semen might look normal, it isn’t going to help you make a baby.

Types of azoospermia

There are actually three different types of azoospermia and they can be broken down into non-obstructive and obstructive.

The two non-obstructive types are Pre-Testicular Azoospermia and testicular Azoospermia. Pre-testicular azoospermia occurs when the hormones responsible for creating sperm aren’t working as they should. Testicular azoospermia is caused by issues with the function or structure of the testicles.

And then there’s Post-testicular azoospermia which is known as ‘obstructive’. This is caused by problems with ejaculation and usually down to an obstruction of some sort in the reproductive tract.
Causes of azoospermia

Different types of azoospermia have different root causes.

Pre-testicular Azoospermia

This type of azoospermia is all about your hormones. A common cause of this type of azoospermia is genetic disorders. Klinefelter syndrome – where the body has an extra X chromosome – can impact testosterone production and other factors of the reproductive system. Another example is Kallmann syndrome, which affects the body’s ability to produce gonadotropin-releasing hormone (GnRH) which can impact sperm production. Damage to the brain – specifically the hypothalamus or pituitary gland, may also trigger this type of azoospermia.

Testicular azoospermia

This is down to issues with the testicles themselves. Again Klinefelter syndrome can be the culprit here, as other symptoms of the condition include the absence of testicles or having testicles that haven’t dropped. You might also find you have issues with your testicular function if you had mumps or have had surgery or radiation therapy for cancer. Varicoceles – a condition where the veins in the testicles are swollen or tangled can also cause this type of azoospermia. You can read more about varicoceles here.

Post-testicular azoospermia

This is actually the most common kind, present in around 40% of azoospermia cases. It basically means that there is a blockage or missed connection with the tubes involved in semen production. This can be caused by previous injury or cysts and also if you’ve had a vasectomy (although that’s kind of the point of them!)

You can also have genetic conditions that mean the tubes in your reproductive system haven’t developed properly. For example, congenital bilateral absence of the vas deferens (CBAVD) is a genetic condition where the vas deferens ducts that carry sperm from the testes are missing.

How do I know if you have azoospermia?

The interesting thing about azoospermia is that for a condition which has such a big impact on your life – there are often no symptoms. Many guys don’t find out they have azoospermia until they try – and sadly – fail to conceive.

The best way to find out if you have azoospermia is to get your sperm tested ahead of trying to conceive. Our ExSeed At-Home Sperm test makes it swift and easy to get a semen analysis in the comfort of your own home. If you notice a real lack of sperm cells in your semen sample, it might mean that you have azoospermia. If you’re concerned you can contact our medical team straight away and they will be able to advise you on the next steps. You then may be referred to a specialist who will do blood and hormone tests as well as a physical examination to determine what could be the issue.

Some of the few signs of azoospermia relate to connected issues. For example, if you have problems with your hormones you might notice that you have a low sex drive or erectile dysfunction, or you may have swollen and uncomfortable testicles if you are dealing with a blockage.

Can I have kids if I have azoospermia?

Having no sperm obviously is a hurdle to starting a family, but it’s not impossible. For guys with low sperm count, this can often be improved with diet and lifestyle changes, but if you are dealing with azoospermia, you may need a bit more medical intervention.

If the issue is a blockage, this can sometimes be rectified with surgery, whilst hormonal treatments might help if you are struggling to produce sperm There is also a procedure called micro-TESE where a small needle goes into the testicles and extracts sperm which can then be used in assisted fertility treatments. This can be amazing for men with non-obstructive azoospermia, but in some cases, no viable sperm can be found.

It’s important to remember that even if azoospermia stops you haven’t biological children, that doesn’t mean that you can’t become a father. Many men with azoospermia turn to donor sperm to help them build their families. You can find more info about finding a sperm donor in the UK here and whilst you’re at it, check out our interview with Emma Grønbæk aka Donor Child to hear how happy life with donor conception can be!

The key azoospermia takeaways

As always, early detection of any condition impacting your fertility will help you find the right road to parenthood faster. If you are struggling to conceive or suspect you may have azoospermia, don’t bury your head in the sand. Knowledge is power so get your sperm tested as soon as possible and then you’ll know all of your options.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email

Per saperne di più esplorare

Endometriosi e fertilità
Fertilità

Guida all'endometriosi e alla fertilità

L'endometriosi è una patologia che colpisce 1 donna su 10 e le persone che hanno il ciclo mestruale, ma spesso viene diagnosticata in modo errato e fraintesa. Sebbene molte donne affette da endometriosi possano concepire in modo naturale, è possibile che la patologia abbia un impatto sulla fertilità.

Continua a leggere "

Indossare pantaloni e biancheria intima stretti

Gli studi dimostrano che gli uomini che indossano biancheria intima non aderente hanno una concentrazione di spermatozoi e un numero totale di spermatozoi più elevato rispetto agli uomini che indossano biancheria intima più stretta. Quindi, lasciate perdere gli abiti stretti e indossate qualcosa di largo per far prendere aria ai vostri testicoli.

CONCLUSIONE: per saperne di più su come il calore può influire sulla qualità dello sperma qui.

Lo stress

Oltre a un tasso di mortalità più elevato e a varie malattie, lo stress è associato a una bassa qualità dello sperma. È noto che lo stress è associato a una riduzione dei livelli di testosterone e allo stress ossidativo: entrambi svolgono un ruolo essenziale nella produzione e nel mantenimento di cellule spermatiche sane.

CONCLUSIONE: se vi sentite stressati, vi consigliamo di chiedere aiuto per avere una salute mentale equilibrata. Per una guida alla gestione dello stress, scaricate il L'applicazione ExSeed è gratuita e inizia oggi stesso un piano d'azione personalizzato.

Attività fisica

Studi scientifici dimostrano che gli uomini fisicamente attivi hanno parametri spermatici migliori rispetto a quelli inattivi. Gli specialisti della fertilità affermano inoltre che un'attività fisica regolare ha un impatto positivo sui parametri di fertilità dello sperma e che uno stile di vita di questo tipo può migliorare lo stato di fertilità degli uomini.

Dare priorità all'esercizio fisico può aiutare a migliorare la salute generale e a ottenere spermatozoi sani e veloci che hanno buone possibilità di fecondare un ovulo.

CONCLUSIONE: cercate di inserire l'esercizio fisico nel vostro programma settimanale in modo da garantire l'esercizio almeno due volte alla settimana. Si consiglia una combinazione di allenamento cardio e di esercizi di forza. Per saperne di più esercizio fisico e fertilità maschile sul nostro blog.

Alimentazione

Fast Food
Gli alimenti trasformati danneggiano la salute delle cellule che producono sperma e causano stress ossidativo, con conseguente peggioramento della qualità dello sperma. Il consumo massiccio di cibo spazzatura (ogni settimana) può aumentare la probabilità di infertilità, poiché gli uomini che consumano grandi quantità di cibo non sano rischiano di avere una scarsa qualità dello sperma. Oltre a danneggiare la fertilità, il cibo spazzatura aumenta il girovita, danneggia il sistema cardiovascolare, i reni e altro ancora.

Verdure
Mangiare più frutta e verdura può aumentare la concentrazione e la motilità degli spermatozoi. È importante seguire una dieta sana e ricca di antiossidanti e mangiare verdura ogni giorno. Alimenti come le albicocche e i peperoni rossi sono ricchi di vitamina A, che migliora la fertilità maschile nutrendo gli spermatozoi in modo più sano. Gli uomini carenti di questa vitamina tendono ad avere spermatozoi lenti e fiacchi.

Snack/bevande zuccherate: più volte alla settimana Il consumo eccessivo di prodotti ad alto contenuto di zucchero può portare a uno stress ossidativo che influisce negativamente sui livelli di testosterone e sulla motilità degli spermatozoi. Gli snack e le bevande zuccherate sono inoltre fortemente associati all'obesità e alla scarsa fertilità.
CONCLUSIONE: per aumentare la qualità dello sperma, è bene stare alla larga da fast food, cibi elaborati, snack o bevande zuccherate. È necessario attuare una dieta sana e prudente, ricca di superalimenti necessari per una buona produzione di sperma. Consultate la nostra guida Superalimenti per la fertilità maschile. Per guida personalizzata e di supporto su come iniziare a migliorare la salute del vostro sperma, consultate il sito Bootcamp.

Il calore

Il calore diretto può inibire la produzione ottimale di sperma e causare danni al DNA dello sperma. Gli spermatozoi amano ambienti con una temperatura di un paio di gradi inferiore a quella corporea. Evitate di surriscaldarvi con coperte calde, scaldasedie, calore del computer portatile, docce calde e saune.

Fumo di sigaretta

L'esposizione al fumo di tabacco ha effetti negativi significativi sulla qualità dello sperma. I danni delle sigarette e della nicotina dipendono ovviamente da quante sigarette si fumano al giorno e per quanto tempo, ma anche un uso ridotto (fino a 10 sigarette al giorno) può inibire la produzione di sperma sano.  

CONCLUSIONE: se avete a cuore la vostra salute generale e la vostra fertilità, state lontani dal fumo di sigaretta il più possibile. Per saperne di più qui.

Telefono cellulare

Quando si tiene il cellulare nella tasca anteriore, i testicoli sono esposti a radiazioni elettromagnetiche che, secondo alcuni studi, danneggiano le cellule spermatiche. Mettete il telefono nella tasca posteriore dei pantaloni o nella tasca della giacca.

BMI

Esiste una chiara associazione tra obesità e riduzione della qualità dello sperma. Almeno in parte ciò è dovuto al fatto che gli uomini obesi possono presentare profili ormonali riproduttivi anomali, che possono compromettere la produzione di sperma e portare all'infertilità. 

Un IMC superiore a 30 può portare a diversi processi nell'organismo (surriscaldamento, aumento dello stress ossidativo nei testicoli, danni al DNA dello sperma, disfunzione erettile) che possono avere un impatto negativo sulla fertilità maschile. Ciò può comportare problemi nel tentativo di concepire.  

CONCLUSIONE: l'IMC è uno dei fattori di rischio che influenzano la qualità dello sperma e, ad esempio, la motilità degli spermatozoi.  

Alcool

Una birra o un bicchiere di vino ogni tanto non danneggiano la qualità dello sperma. Ma un consumo eccessivo di alcol (più di 20 unità a settimana) può ridurre la produzione di spermatozoi normalmente formati, necessari per il successo della gravidanza.

CONCLUSIONE: se volete essere sicuri, mantenetevi al di sotto delle 14 unità di alcol a settimana. Per ulteriori informazioni su come l'alcol può influire sulla fertilità maschile, consultate il nostro blog: "Alcool e qualità dello sperma".

Età

Gli studi dimostrano che le donne con meno di 35 anni e gli uomini con meno di 40 anni hanno maggiori possibilità di rimanere incinte. Gli uomini possono produrre cellule spermatiche per quasi tutta la vita, ma il DNA delle cellule spermatiche è più fragile e soggetto a danni dopo i 40 anni.

Con l'avanzare dell'età, i testicoli tendono a diventare più piccoli e più morbidi, con conseguente calo della qualità e della produzione di sperma. Questi cambiamenti sono in parte dovuti alla diminuzione del livello di testosterone, che svolge un ruolo molto importante nello sperma.

produzione. L'età superiore dell'uomo (>40 anni) non solo è associata a un calo della produzione di spermatozoi, ma anche a una maggiore frammentazione del DNA degli spermatozoi e a un peggioramento della morfologia (forma) e della motilità (movimento). Questi effetti negativi rendono gli spermatozoi meno adatti alla fecondazione degli ovuli.

CONCLUSIONE: con un'età inferiore ai 40 anni, non ci si dovrebbe preoccupare molto dell'età come fattore in sé. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato un lento declino dopo i 30-35 anni.

e se avete più di 40 anni, la qualità del vostro sperma può essere compromessa a causa di un aumento del danno al DNA dello sperma, con conseguente diminuzione della motili