Diventare una madre single usando lo sperma di un donatore

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail

Dalla fecondazione in vitro alla maternità surrogata, ci sono così tanti percorsi diversi verso la genitorialità e non devono sempre coinvolgere una relazione romantica. Oggi condividiamo la storia di Katharina Horn, la donna tedesca che ha preso in mano la maternità e ha avuto un figlio grazie a un donatore di sperma, e ora sostiene altre donne facendo lo stesso. 

Il viaggio di Katharina verso la maternità

 

Katharina aveva circa trentacinque anni quando decise di realizzare il suo sogno di avere figli. All'epoca era single e non aveva davvero idea del concetto di diventare una madre single per scelta: "non c'era una parola per questo modello familiare nei paesi di lingua tedesca", spiega. Tuttavia, sapeva che non voleva mettere in pausa il suo sogno di maternità semplicemente perché non aveva un partner. "Un giorno un'amica è tornata dalla sua clinica per la fertilità e mi ha suggerito di andarci perché ora stavano curando donne single", dice Katharina. “Ho fissato un appuntamento e il concepimento è avvenuto molto rapidamente. Sono rimasta incinta dopo il secondo tentativo. Oggi mio figlio ha 3 anni”.

Mentre rimanere incinta è avvenuta abbastanza rapidamente per Katharina, il processo vero e proprio per lei - e per altre madri single per scelta - non è stato un successo dall'oggi al domani. Questo percorso verso la maternità è pieno di molte considerazioni – prima, durante e dopo la gravidanza – e spesso manca il supporto per aiutare le donne a percorrere questo viaggio. "Avevo molte domande prima di rimanere incinta e di nuovo dopo, ma ho faticato a trovare persone che avessero risposte per me", spiega Katharina. “Ho visitato diversi centri di consulenza, che mi hanno mandato via dicendo che non erano a conoscenza di questo tipo di situazione e anche il mio medico della fertilità non poteva aiutarmi a connettermi con altre madri sole – A volte pensavo: 'Se tutti mi mandano via e nessuno lo sa, è qualcosa che dovrei fare?' Ma fortunatamente ho potuto riflettere sul mio percorso con amici che mi hanno supportato e mi hanno aiutato a vedere gli aspetti positivi”

 

Il potere della consulenza 

 

Quando Katharina ha sperimentato questa mancanza di supporto professionale, l'ha ispirata a creare i suoi affari, dove offre consulenza alle future mamme sole e alle donne che stanno considerando la possibilità di diventare genitori sole. "La consulenza psicosociale è molto importante per tutti coloro che sono coinvolti nella donazione di sperma, e non solo perché è un requisito per molte cliniche per la fertilità", afferma Katharina. "Questo tipo di consulenza non consiste nel valutare se saresti un buon genitore, ma nel riflettere sul tuo punto di vista e prepararti per gli ostacoli che ti attendono". 

Katharina scopre che le donne che vanno da lei spesso hanno bisogno di aiuto per esaminare le loro precedenti ipotesi sulla maternità in modo che possano essere pienamente d'accordo con la loro decisione di andare da sole. Ci sono molte barriere emotive da superare e affrontarle con un aiuto professionale può consentire loro di andare avanti con la loro decisione con maggiore sicurezza. “Accettare una donazione di sperma esterna è onestamente un argomento molto, molto complesso e ci sono così tante questioni da considerare: educare il bambino, affrontare l'ambiente, i fratellastri, il ruolo del donatore e, soprattutto; guardando la prospettiva del bambino oltre al desiderio di avere figli”, dice. "Alla fine, è una cattiva idea seguire questa strada se in fondo non sei totalmente d'accordo con questo modo di creare una famiglia, quindi è qualcosa con cui cerco di aiutare." 

Il tabù che circonda la genitorialità single e l'uso dello sperma di un donatore è un altro motivo per cui la consulenza può essere davvero utile durante questo processo. "Decidere di intraprendere la strada dell'essere una mamma single comporta molti pregiudizi e stigma: ci sono ancora molte persone che hanno in testa un modello familiare eteronormativo molto tradizionale", spiega Katharina. “Se qualcuno decide di scegliere un percorso a parte questo, la consulenza può anche aiutare a prepararsi a questi ostacoli e opinioni – se la tua mentalità è forte, ti aiuterà ad affrontare qualsiasi cosa”. 

 

Trovare il donatore giusto

 

A parte le prove emotive che devono affrontare le donne che vogliono intraprendere la strada della genitorialità da sole, ci sono anche molte considerazioni pratiche uniche. Dall'organizzazione delle finanze e dell'asilo nido senza l'aiuto di un partner, al decidere come spiegare la situazione al proprio figlio man mano che cresce, ci sono varie cose a cui pensare. Tuttavia, proprio all'inizio del viaggio, una delle decisioni più importanti è come vuoi che io crei il tuo bambino. Ci sono un paio di opzioni diverse quando si tratta di donatore di sperma, e in un mondo in cui raramente ci viene insegnata la fertilità assistita fino a quando non abbiamo bisogno di usarla, questo può essere un momento opprimente per una mamma solista – ed è un altro zona su cui Katharina consiglia. 

“Innanzitutto va chiarito il ruolo del donatore: è un donatore di sperma o un co-padre? O qualcosa nel mezzo?" spiega Caterina. “È molto importante stabilire accordi e regole prima di avere un bambino con qualcuno con cui non hai una relazione, indipendentemente da come ciò avvenga”. Per alcuni è preferita l'idea di utilizzare un donatore privato – offre il potenziale sia della madre – che del bambino – di conoscere e avere una relazione con il proprio padre biologico ad un certo punto. “Molti scelgono di utilizzare una donazione di sperma privata perché amano l'idea che una persona possa essere avvicinata e contattata. Questo è sicuramente un vantaggio rispetto alla scelta di una banca del seme”. Allo stesso modo, la co-genitorialità, in cui si decide di concepire e crescere un bambino con qualcuno con cui si ha una relazione intima, dà la stessa opportunità per un nucleo familiare unico ma amorevole. Tuttavia, Katharina avverte dei rischi di percorrere la strada privata. "Anche se ci sono risultati decisamente positivi, ho sentito alcune storie negative riguardo ai donatori di sperma privati, dalle donne sottoposte a pressioni per fare sesso allo scoprire di aver generato centinaia di bambini senza prima dirlo alla madre!" 

 

Tutelare i tuoi diritti

 

La mancanza di sicurezza legale è un altro motivo per cui Katharina incoraggia le donne a pensare con molta attenzione alle donazioni private di sperma. “Dal parlare con molte madri sole, ho sentito spesso che i bisogni possono cambiare dopo il parto, poiché nel padre può improvvisamente chiedere di riconoscere la paternità. Questo può portare a situazioni molto critiche dopo una donazione di sperma privata”. Per Katharina, i vantaggi dell'utilizzo di donor sperma da una clinica superare gli aspetti negativi. "Quando prendi lo sperma da una clinica, sai che è sicuro, che è stato testato per le malattie sessualmente trasmissibili e che anche la qualità sarà stata verificata", dice. "Saprai anche se il numero di figli che possono essere generati con quello sperma è limitato". 

La questione dell'anonimato è ancora qualcosa che a volte scoraggia le donne a usare lo sperma di un donatore, ma le regole al riguardo cambiano continuamente. "Sento che lo Sperm Donor Register Act, che è stato implementato nel 2018, svolga un ruolo importante nel far sentire le donne più positive sull'utilizzo del seme di un donatore", spiega Katharina. "L'atto significa che i dati di contatto del donatore sono archiviati centralmente e il bambino concepito attraverso la donazione di sperma ha accesso ai dati di contatto del donatore all'età di 16 anni. Inoltre, la paternità legale di un donatore è esclusa se la donazione avviene tramite un clinica della fertilità e banca del seme. Questo non solo fa sentire più a suo agio la futura madre single, ma significa anche che sempre più medici si stanno offrendo di curare le future madri single e i donatori sono più disposti a donare lo sperma”.  

 

Mamme felici = bambini felici 

 

Anche se il viaggio della maternità single non è sempre facile, è importante ricordare che può portare così tanta gioia e felicità – e che solo perché sei single, non significa che sei solo. Per Katharine, avere una famiglia solidale e trovare una rete di altre madri sole è stato incredibilmente potente e l'ha aiutata a diventare la madre meravigliosa che è oggi.

"Fortunatamente, la mia famiglia mi ha aiutato a superare tutti i miei dubbi e le mie preoccupazioni". dice” Ero preoccupata di essere giudicata dagli altri o di avere reazioni negative, ma i miei amici continuavano a dirmi: “È fantastico che tu stia facendo questo, ti supportiamo. Sei così coraggioso. e mi sento così grato per questo. “Poi ho incontrato altre madri sole per la prima volta, è stato fantastico. Ho avuto l'opportunità di porre tutte le mie domande e formare una rete forte", spiega. “So che molte madri sole si sentono molto sole, soprattutto all'inizio, motivo per cui gli incontri comunitari fanno parte della mia offerta di counselor” 

In definitiva, per ogni madre, la priorità sarà sempre il benessere dei propri figli, anche prima che nascano o siano concepiti! Katharina crede - e sa per esperienza personale - che i bambini nati da madri single che utilizzano lo sperma di un donatore possono essere incredibilmente felici e sani e un altro grande esempio di ciò è il lavoro di Emma Grønbæk alias bambino donatore. "La consapevolezza che i figli di madri sole si sviluppano in modo sano, ha contribuito a contribuire a un'immagine più positiva della maternità in solitaria, il che è fantastico!" dice Caterina. “Oggi sappiamo che l'apertura e la prima educazione, così come il diritto del bambino a conoscere la propria origine, sono molto importanti. Con ciò, il bambino cresce in un ambiente sicuro e autentico in cui è amato”.

 

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail
Altro da esplorare
Estate di sport per la salute dello sperma!
Fertilità

Estate di sport per la salute dello sperma!

Il blocco potrebbe averci trasformato in pantofolai l'anno scorso, quindi torniamo al nostro programma di sport per la salute dello sperma. Ci sono così