Saldi natalizi in corso!
🎁Guarda le nostre offerte per le festività qui 🎁

🎁 Saldi natalizi in corso! Guarda le nostre offerte per le festività qui 🎁

VENERDI' NERO - Fino a 50% di sconto Test, Ricariche & Integratori
Indice dei contenuti

Una vita con l'infertilità - Erik & Phillippa: Parte 3

Sono passati tre anni da quando ci siamo fidanzati e abbiamo scambiato le moto con le auto. Non abbiamo ancora i figli che sogniamo di avere. Stiamo ancora lottando contro l'infertilità.

L'infertilità non è facile. Sono stanca di sentire di tutte le mie amiche che riescono a rimanere incinte semplicemente "guardandosi". Ho smesso di essere felice per loro. Phillippa ha smesso di avere interesse a partecipare a tutti i battesimi a cui eravamo invitati.

Io non la pensavo allo stesso modo, soprattutto perché all'inizio non volevo deludere i nostri amici, quindi per me non era possibile disdire. Phillippa partecipava ai battesimi con me, anche se alla fine lo odiava. Abbiamo avuto cinque o sei battesimi nel primo anno, mentre cercavamo di concepire noi stessi!

Non mi davano fastidio tutti i bambini intorno a me. È piuttosto difficile arrabbiarsi con un bambino. A me davano fastidio tutte le gravidanze andate a buon fine.

È così dannatamente ingiusto!

Io e Phillippa abbiamo lavorato duramente per arrivare alla posizione che abbiamo oggi. Non abbiamo dato la vita per scontata. Entrambi abbiamo lottato nel corso della nostra vita. Io ho perso mio padre quando avevo 19 anni e la famiglia di Phillippa ha affrontato un difficile divorzio. Ma nessuno di noi ha mai rinunciato alla vita. Non abbiamo permesso che le crisi della vita ci scoraggiassero. Abbiamo sempre superato le nostre difficoltà.

Affrontare l'infertilità

Ora, io non sono il tipo che reagisce con scoppi di violenza. Ma questo è dannatamente fastidioso. Il mio modo di affrontare l'infertilità è quello di essere nervosa e facilmente irritabile. Sono nervosa nei confronti dei miei dipendenti e soprattutto nei confronti di mia madre. Non ho nessuno con cui parlare dell'infertilità e delle nostre battaglie personali. Nella vita di tutti i giorni mi sembra che siamo fermi, in attesa. Aspettando una gravidanza che non c'è stata.

Cerco di non essere brusca o inutilmente irritata con Phillippa, ma sento che mi incolpa per questo percorso di fertilità. Odia talmente tanto i trattamenti per la fertilità che è disposta ad accettare il fatto che non potremo mai avere un figlio in modo naturale.

Contemplazione

So quanto desidera avere un bambino, quindi non rinuncerò mai a lottare. Con i trattamenti per la fertilità, potremmo avere buone possibilità di concepire e non voglio rinunciare alla speranza di diventare genitori prima di aver provato tutto il possibile.

Vorrei poter fare di più per aiutare il processo in cui ci troviamo io e Phillippa. Mi sento sola, in disparte, senza poter dare il mio contributo. Ma credo che il mio compito più importante in questo momento sia quello di rimanere forte per entrambe. Il mio rapporto con Phillippa è stato messo alla prova molte volte e più di una volta ha fatto le valigie e se n'è andata, ma sono sempre riuscito a riportarla a casa. Al momento del matrimonio ho promesso di stare con lei per il resto della nostra vita e vorrei mantenere questo impegno anche durante questo processo di fertilità.

Infertilità e cattiva qualità dello sperma

In realtà, la qualità dello sperma non è mai stata un problema per me. Ho sempre pensato che la qualità del mio sperma fosse buona, perché non dovrebbe esserlo? Sono sano, quindi è ovvio che la qualità del mio sperma sia buona.

Prima di questo progetto per il bambino, non mi sono mai preoccupata dell'infertilità, né di sapere se io e Phillippa avremmo avuto figli. Ho vissuto la vita pensando di poter ottenere tutto ciò che voglio quando lo voglio.

Ma quando non è successo nulla dopo mesi di tentativi, ho iniziato a chiedermi quale fosse la qualità dei miei nuotatori.

Test nel cestino

In molti articoli è stato detto che la qualità del mio sperma è stata compromessa negli ultimi due anni. Ho guidato con il riscaldamento del sedile, ho lavorato con il computer sulle ginocchia, ho mangiato cibi poco sani, ho bevuto e fatto festa per molti fine settimana. Tutte queste ragioni potrebbero spiegare il mio basso numero di spermatozoi. Ma ancora una volta, molti altri uomini hanno avuto stili di vita molto peggiori dei miei e hanno comunque ottenuto il titolo di padre.

L'intera esperienza del test dello sperma in ospedale è stata poco sexy e meccanica. Ci si sente come un paziente che entra nel reparto di fertilità.

Il risultato del mio test sulla qualità dello sperma non è stato purtroppo molto impressionante. E ora ce l'ho, nero su bianco.

Non è una cosa di cui vado fiera, ma d'altra parte non mi imbarazza.

Abbracciare

Quando chiedo alla clinica della fertilità se c'è qualcosa che posso fare per migliorare il mio sperma, mi viene detto che non c'è molto che possa fare. "Cerca di non appoggiare il portatile sulle gambe e non bere alcolici"... un ottimo consiglio. Ma niente sulla dieta, sulle tossine, sugli integratori o sull'esercizio fisico.

Da quando abbiamo iniziato a lavorare con ExSeedLa mia attenzione si è concentrata su di me e su quanto posso contribuire non solo a migliorare le nostre probabilità, ma anche a togliere un po' di pressione a Philippa. È stato bello ricevere una guida reale e pratica e scoprire che anche il mio stile di vita è importante. Potete leggere di più sulla nostra storia in Parte 1 & Parte 2.

Test dello sperma ExSeed

Per saperne di più sul nostro dispositivo

Per saperne di più esplorare

Cerca