Saldi natalizi in corso!
🎁Guarda le nostre offerte per le festività qui 🎁

🎁 Saldi natalizi in corso! Guarda le nostre offerte per le festività qui 🎁

VENERDI' NERO - Fino a 50% di sconto Test, Ricariche & Integratori
Indice dei contenuti

Ecco come autoesaminarsi i testicoli

L'esame dei testicoli è un'ispezione dell'aspetto e della sensazione dei testicoli. L'autoesame dei testicoli è molto semplice; può essere effettuato in genere in piedi davanti a uno specchio e richiede solo un minuto.

Perché è necessario autoesaminarsi i testicoli?

L'autoesame regolare aiuta a conoscere l'aspetto e la sensazione normale dei testicoli, rendendo più probabile la percezione di eventuali cambiamenti.

Il motivo più importante per autoesaminarsi i testicoli è la diagnosi precoce di noduli - che potrebbero essere un cancro - ma si possono trovare anche altri reperti benigni (non pericolosi) come un varicocele (1) o un idrocele (2). Queste ultime condizioni non sono pericolose, ma possono influire su qualità dello sperma. Si stima che il varicocele da solo sia responsabile di oltre 10% di infertilità maschile.

Si consiglia pertanto di esaminare i testicoli ogni mese e di rivolgersi a un medico se si avverte qualcosa di insolito.

Come fare l'autoesame dei testicoli?

L'area genitale è molto sensibile, quindi l'esame deve essere eseguito delicatamente e lentamente. È utile che i testicoli siano "liberi", il che può essere ottenuto eseguendo l'esame durante una doccia calda.

I testicoli devono essere esaminati uno alla volta e questo è il modo in cui si deve procedere:

1. Esaminare delicatamente il testicolo:

A tal fine, far rotolare il testicolo tra il pollice e l'indice. È necessario cercare e valutare i seguenti elementi:

  • Dimensione (Dimensioni quasi uguali? È normale che un testicolo sia leggermente più grande dell'altro)
  • Superficie (regolare e liscio?)
  • Forma (rotondo e simile a un uovo?)
  • Struttura (morbido e rimbalzante / elastico?)

Cercare i grumi

2. Cercare i grumi:

Quando si palpa (si esamina con le mani) il testicolo, la sacca in cui si trova e l'epididimo (tubo), cercare eventuali noduli o riempimenti morbidi simili a tessuto extra. Ricordate che i noduli o le protuberanze possono essere indolori.

diagramma dei testicoli

3. Individuare e valutare l'epididimo:

Si tratta della struttura tubolare morbida dietro il testicolo che raccoglie e trasporta gli spermatozoi. Se avete familiarità con questa struttura, non la scambierete per una massa anomala. Questo tubo dovrebbe essere simile su ogni lato. Se è spesso o doloroso al tatto, potrebbe essere necessario un secondo parere. Un varicocele, ad esempio, è una piccola protuberanza dura sulle vene che portano il sangue ai testicoli.

Cosa fare se si trova qualcosa?

Se notate qualcosa di insolito o sospetto che vi preoccupa, prendete un appuntamento con il vostro medico. A seconda delle circostanze, il medico potrebbe eseguire un esame dei testicoli seguito da un esame del sangue o da un'ecografia, se necessario.

Prestare attenzione e contattare il medico in caso di comparsa dei seguenti segni e sintomi:

  • Nodulo indolore
  • Variazione delle dimensioni dei testicoli
  • Dolore o fastidio allo scroto, ai testicoli o all'epididimo
  • Senso di pressione o dolore al basso ventre o all'inguine

Sintomi sistemici:

  • Significativa perdita di peso non intenzionale
  • Stanchezza grave
  • Linfonodi inguinali ingrossati
  • Dolore alla schiena e/o all'addome

(1: Varicocele è un ingrossamento delle vene all'interno della sacca di pelle che contiene i testicoli. 2: Idrocele è un tipo di gonfiore dello scroto che si verifica quando il liquido si raccoglie nella sottile guaina che circonda un testicolo).

Test dello sperma ExSeed

Per saperne di più sul nostro dispositivo

Per saperne di più esplorare

Cerca