Saldi natalizi in corso!
🎁Guarda le nostre offerte per le festività qui 🎁

🎁 Saldi natalizi in corso! Guarda le nostre offerte per le festività qui 🎁

VENERDI' NERO - Fino a 50% di sconto Test, Ricariche & Integratori
Indice dei contenuti

Evitare questi alimenti in gravidanza

La gravidanza è un momento di gioia e di attesa. Ma comporta anche una maggiore consapevolezza di ciò che si deve mangiare e di ciò che si deve evitare. Le scelte alimentari sono fondamentali per la salute e il benessere di una donna incinta. In questo articolo approfondiremo l'argomento essenziale degli alimenti da evitare in gravidanza. Informatevi, mantenetevi in salute ed esploriamo insieme ciò che c'è da sapere sulla gravidanza e sull'alimentazione.

Durante la gravidanza è fondamentale prestare attenzione a ciò che si mangia per garantire la salute e la sicurezza propria e del bambino. Sebbene molti alimenti siano sicuri e benefici, alcuni dovrebbero essere evitati a causa di potenziali rischi. Ecco una panoramica degli alimenti da cui stare alla larga durante la gravidanza.

 

Diffidate dei frutti di mare

Non mangiare pesce crudo, poco cotto o contaminato

I frutti di mare crudi o poco cotti, come sushi, sashimi, ceviche e ostriche, possono contenere batteri e parassiti dannosi. Possono causare un'intossicazione alimentare. Le donne incinte sono più suscettibili a queste infezioni a causa dei cambiamenti del loro sistema immunitario durante la gravidanza.

Malattie di origine alimentare come la listeriosi e la toxoplasmosi possono essere trasmesse attraverso i frutti di mare contaminati.

  • La listeriosi può provocare aborto spontaneo, parto prematuro o infezioni potenzialmente letali nei neonati.
  • La toxoplasmosi può causare disabilità congenite e problemi neurologici nei neonati.

 

Non mangiare frutti di mare ad alto contenuto di mercurio

Il mercurio è un metallo tossico. Può accumularsi nei frutti di mare, in particolare nei grandi pesci predatori. Alti livelli di esposizione al mercurio durante la gravidanza possono causare problemi di sviluppo, danni cerebrali e altri effetti negativi sul sistema nervoso del feto.

I pesci con alti livelli di mercurio sono lo squalo, il pesce spada, lo sgombro reale e il pesce tegola. Questi pesci dovrebbero essere evitati durante la gravidanza per ridurre al minimo il rischio di esposizione al mercurio.

Si consiglia di scegliere opzioni a basso contenuto di mercurio come salmone, gamberi, trota e pesce gatto per garantire la sicurezza durante la gravidanza. Queste varietà sono ricche di nutrienti essenziali come gli acidi grassi omega-3 e forniscono benefici per la salute senza il rischio di esposizione al mercurio. Le donne in gravidanza possono godere dei benefici nutrizionali dei frutti di mare riducendo al minimo i rischi potenziali per loro stesse e per i loro bambini.

 

Non mangiare carne e pollame poco cotti

La carne cruda o poco cotta, tra cui manzo, maiale, agnello e pollame, dovrebbe essere evitata durante la gravidanza a causa del rischio di contaminazione batterica. La carne poco cotta può contenere batteri nocivi come la salmonella, che può causare intossicazioni alimentari e infezioni gastrointestinali.

Le carni macinate devono essere cotte a una temperatura interna di almeno 160°F (71°C).

Il pollame, come il pollo e il tacchino, deve essere cotto fino a quando i succhi non sono trasparenti e la temperatura interna raggiunge i 74°C (165°F) per garantire l'eliminazione dei batteri nocivi.

 

Le carni lavorate devono essere evitate

Le carni lavorate come hot dog, salumi e salsicce devono essere consumate con cautela durante la gravidanza. Questi prodotti possono contenere batteri o additivi nocivi che possono comportare rischi per la salute materna e fetale.

 

Le uova devono essere cotte accuratamente

Le uova devono essere cotte accuratamente fino a quando il tuorlo e l'albume sono sodi per ridurre il rischio di contaminazione da Salmonella. L'infezione da Salmonella può causare sintomi quali nausea, vomito, diarrea, dolore addominale e febbre. Nelle donne in gravidanza, l'infezione da Salmonella può portare a disidratazione, travaglio pretermine o gravi complicazioni per il bambino.

 

Non consumare latticini non pastorizzati

I latticini non pastorizzati non sono stati sottoposti al processo di pastorizzazione, che prevede il riscaldamento del latte o del formaggio per uccidere i batteri nocivi. Il consumo di latticini non pastorizzati durante la gravidanza aumenta il rischio di infezioni batteriche, che possono avere gravi conseguenze per la salute della madre e del feto.

I formaggi a pasta molle prodotti con latte non pastorizzato dovrebbero essere evitati durante la gravidanza. Questi formaggi hanno maggiori probabilità di ospitare batteri che possono attraversare la placenta e infettare il feto.

Controllate le etichette dei prodotti per assicurarvi che i latticini, compresi latte, formaggio, yogurt e gelato, siano prodotti con latte pastorizzato. La maggior parte dei prodotti lattiero-caseari disponibili in commercio nei negozi di alimentari sono pastorizzati e sicuri per le donne in gravidanza. Dare priorità alla sicurezza alimentare e fare scelte informate sul consumo di latticini è essenziale per mantenere una gravidanza sana e garantire il benessere della madre e del bambino.

 

Lavate la frutta e la verdura

Il consumo di frutta e verdura non lavata può contenere batteri nocivi, parassiti e pesticidi presenti in superficie. Prima di consumare frutta e verdura, lavatela accuratamente sotto l'acqua corrente. Questo aiuta a rimuovere sporco, batteri e residui di pesticidi, riducendo il rischio di esposizione alle sostanze chimiche. È essenziale strofinare la frutta e la verdura dalla buccia compatta, come mele, cetrioli e patate. Utilizzate una spazzola pulita per rimuovere ogni traccia di sporco o contaminante dalla superficie. Le verdure a foglia e i frutti delicati come le bacche devono essere sciacquati delicatamente.

Le donne in gravidanza dovrebbero evitare anche i germogli crudi, compresi quelli di erba medica, trifoglio e fagioli. Sono stati collegati a focolai di malattie di origine alimentare come la Salmonella e l'E. coli. Le donne incinte sono più suscettibili a queste infezioni a causa dei cambiamenti del loro sistema immunitario durante la gravidanza.

I residui di pesticidi presenti su frutta e verdura coltivate in modo convenzionale sono stati associati a effetti negativi sulla salute, tra cui ritardi nello sviluppo, disturbi neurocomportamentali e difetti alla nascita nei neonati. Scegliere prodotti biologici o lavare la frutta e la verdura coltivate in modo convenzionale può aiutare a ridurre l'esposizione ai pesticidi durante la gravidanza.

Date priorità al consumo di una varietà di frutta e verdura fresca e ricca di sostanze nutritive per una gravidanza sana.

 

Leggeri con la caffeina

Il consumo di alti livelli di caffeina durante la gravidanza è stato associato a un aumento del rischio di aborto spontaneo, basso peso alla nascita, parto pretermine e altri esiti negativi della gravidanza.
Si raccomanda alle donne in gravidanza di limitare l'assunzione di caffeina a non più di 300 milligrammi al giorno.

Un consumo eccessivo di caffeina durante la gravidanza può provocare sintomi quali insonnia, nervosismo, aumento della frequenza cardiaca e ansia nelle donne incinte. La caffeina attraversa la placenta e può influenzare la frequenza cardiaca, la respirazione e il movimento del feto, soprattutto a dosi elevate.

 

Le tisane comportano alcuni rischi

Mentre alcune tisane sono considerate sicure per il consumo durante la gravidanza, altre possono contenere ingredienti sconsigliati per le donne incinte.

Alcune erbe e sostanze botaniche utilizzate nelle tisane, come il finocchio, la liquirizia e la camomilla (in grandi quantità), possono avere effetti stimolanti sull'utero o altri effetti negativi sull'esito della gravidanza.

Le donne in gravidanza devono usare cautela nel consumo di tisane e consultare il proprio medico prima di inserirle nella dieta. Le tisane generalmente considerate sicure durante la gravidanza includono zenzero, menta piperita, foglie di lampone e melissa. È fondamentale scegliere tisane etichettate come sicure per la gravidanza o prive di caffeina ed evitare quelle che contengono ingredienti potenzialmente dannosi.

 

Eliminare l'alcol

Il Collegio Americano degli Ostetrici e Ginecologi (ACOG) e i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano alle donne incinte di astenersi completamente dall'alcol per tutta la gravidanza.

C'è non è noto un livello sicuro di consumo di alcol durante la gravidanzae anche un'assunzione moderata o occasionale di alcol può causare rischi per il feto.

L'alcol attraversa la placenta e può raggiungere il bambino in via di sviluppo, interferendo con la crescita e lo sviluppo degli organi vitali, compreso il cervello. L'esposizione fetale all'alcol può provocare una serie di disturbi fisici, comportamentali e cognitivi che durano tutta la vita, noti come disturbi dello spettro fetale dell'alcol (FASD).

Oltre alle bevande alcoliche come la birra, il vino e i superalcolici, le donne in gravidanza dovrebbero evitare di consumare miscelatori alcolici, cocktail e bevande contenenti estratti o aromi alcolici. È fondamentale leggere attentamente le etichette ed evitare qualsiasi prodotto che contenga alcol durante la gravidanza.

La scelta di alternative prive di alcol e l'informazione sui rischi del consumo di alcol durante la gravidanza sono passi essenziali per promuovere una gravidanza sana e garantire lo sviluppo ottimale del bambino.

 

Altre considerazioni

Oltre agli alimenti e alle bevande specifici menzionati sopra, ci sono molte altre considerazioni da tenere presenti quando si parla di dieta e alimentazione durante la gravidanza. Affrontare questi fattori aiuta a garantire una gravidanza sicura e sana sia per la madre che per il bambino. Ecco un approfondimento su alcune di queste considerazioni:

Liquirizia

Il consumo di grandi quantità di liquirizia aumenta il rischio di esiti negativi, tra cui parto pretermine e problemi di sviluppo. È meglio consumare la liquirizia con moderazione o evitarla del tutto durante la gravidanza.

Arachidi

Le ricerche sul rapporto tra il consumo di arachidi durante la gravidanza e lo sviluppo di allergie alle arachidi nei bambini sono state contrastanti. Le linee guida attuali non raccomandano di evitare le arachidi, a meno che non si sia allergici o non sia stato consigliato dal proprio medico.

 

L'attenzione a queste considerazioni aggiuntive, insieme al rispetto delle linee guida dietetiche e all'evitare determinati alimenti e bevande, contribuisce a garantire un esito sano e positivo della gravidanza.
Dando priorità all'alimentazione e facendo scelte informate, le future mamme possono favorire la crescita e lo sviluppo ottimale del loro bambino e vivere un'esperienza di gravidanza positiva.

 

Sebbene questo blog si concentri sulle scelte alimentari per la futura mamma, è importante ricordare che la salute preconcezionale svolge un ruolo fondamentale per una gravidanza sana. Per gli uomini che stanno pensando di mettere su famiglia, l'ottimizzazione della salute dello sperma può contribuire a rendere più agevole il percorso di concepimento e potenzialmente migliorare i risultati della gravidanza. ExSeed ha creato un programma completamente a test dello sperma a casa che analizzano la motilità, la conta e il numero totale di spermatozoi mobili. Queste informazioni possono essere preziose per gli uomini che cercano di capire la loro fertilità e possono essere un utile spunto di conversazione con i futuri medici. ExSeed offre anche una serie di integratori per la fertilità maschile, tra cui un multivitaminico quotidiano per la fertilità formulato con nutrienti essenziali per la salute degli spermatozoi, come la vitamina D, lo zinco e l'acido folico, e Omega-3 integratori.

Test dello sperma ExSeed

Per saperne di più sul nostro dispositivo

Per saperne di più esplorare

Cerca