Antidepressivi e fertilità maschile

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail

Molte persone assumono antidepressivi per gestire la propria salute mentale, ma potrebbero avere un impatto sulla fertilità maschile? 

Se stai assumendo antidepressivi e speri di diventare padre, è importante informarti sull'impatto che potrebbero avere sulla tua fertilità. La cosa più importante è che tu porti dal tuo medico le tue medicine e i tuoi piani per costruire la famiglia, poiché saranno in grado di consigliarti. Ma per aiutarti a prepararti per quella conversazione, ecco una breve panoramica della ricerca. 

Diversi tipi di antidepressivi 

 

Prima di rimanere bloccati nell'impatto che gli antidepressivi potrebbero avere sulla fertilità maschile, è utile delineare i diversi tipi di antidepressivi che possono essere prescritti. Di solito rientrano in due categorie principali. 

Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI)

 

Questi sono di solito la prima scelta di antidepressivi in quanto sembrano avere il minor numero di effetti collaterali. Oltre alla depressione, hanno dimostrato di aiutare altre condizioni di salute mentale tra cui il Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC) e il Disturbo Post Traumatico da Stress (PTSD)

Alcuni degli SSRI più comuni includono:

  • citalopram (Cipramil)
  • dapoxetina (Priligy)
  • escitalopram (Cipralex)
  • fluoxetina (Prozac o Oxactin)
  • fluvoxamina (Faverin)
  • paroxetina (Seroxat)
  • sertralina (Lustrale)
  • vortioxetina (Brintellix)

 

Inibitori della ricaptazione della serotonina e della noradrenalina (SNRI)

 

Gli SNRI funzionano in modo molto simile agli SSRI, ma sono una nuova classe di farmaci e sono usati per trattare la depressione maggiore e altri disturbi, incluso il dolore cronico. 

Gli SNRI comuni includono:

  • venlafaxina (Bonilux, Depefex, Foraven, Politid, Venlalic, Winfex, Efexor)
  • duloxetina (Cymbalta, Yentreve)

Puoi quindi anche avere antagonisti della serotonina e inibitori della ricaptazione (SARI) – il principale dei quali è il trazodone (Molipaxin) – che di solito non sono la prima scelta ma potrebbero essere prescritti se altri non hanno funzionato, 

Poi hai anche noradrenalina e antidepressivi serotoninergici specifici (NASSA) – il più comune dei quali è la mirtazapina (Zispin). Possono essere una buona alternativa per le persone che lottano con gli SSRI e si pensa che causino meno effetti collaterali sessuali! 

 

Gli antidepressivi possono influire sulla fertilità maschile?

 

La ricerca in quest'area è ancora in corso, ma è una conversazione importante da tenere, soprattutto perché spesso c'è ancora così tanto stigma sulla salute mentale e sull'infertilità: tabù che devono essere infranti.

La stragrande maggioranza della ricerca sulla fertilità maschile e sugli antidepressivi indica che mentre alcuni parametri potrebbero essere influenzati dall'assunzione di questi farmaci, gli effetti sono a breve termine e reversibili. C'è ancora così tanto da ricercare e confermare, ma ecco cosa sappiamo finora. 

Antidepressivi e motilità degli spermatozoi

 

UN studio 2015 indicato che gli antidepressivi SSRI potrebbero essere associati a una diminuzione della motilità degli spermatozoi. Tuttavia, lo studio ha affermato che c'erano "dati insufficienti" per suggerire di cambiare le prescrizioni degli SSRI per gli uomini che sperano di diventare padri. È interessante notare che a piccolo studio 2021 ha scoperto che la duloxetina (un comune SNRI) non ha avuto alcun impatto sulla motilità degli spermatozoi o su qualsiasi altro parametro di salute dello sperma. I ricercatori hanno suggerito che questo specifico antidepressivo potrebbe essere una buona alternativa per gli uomini alle prese con la depressione ma desiderosi di concepire. 

Antidepressivi e conta spermatica

 

Alcune ricerche hanno indicato che gli SSRI possono avere un impatto negativo sul numero di spermatozoi. UN Revisione scientifica 2019 fÈ emerso che questi antidepressivi sembravano ridurre la qualità di tutti i parametri di salute dello sperma, inclusi conteggio e concentrazione. La stessa revisione ha concluso che gli SNRI (in particolare la venlafaxina) non hanno avuto un impatto significativo sul numero di spermatozoi e in effetti potrebbero potenzialmente aiutare a migliorare la morfologia degli spermatozoi. 

Antidepressivi e frammentazione del DNA 

 

La frammentazione del DNA è più difficile da testare e i ricercatori non sono ancora sicuri se sia un'indicazione accurata della fertilità maschile. Tuttavia, alcuni studi indicano che gli spermatozoi danneggiati potrebbero avere difficoltà a fecondare un uovo e potrebbero anche essere collegati ad aborto spontaneo, quindi vale la pena pensarci. 

In termini di antidepressivi e frammentazione del DNA, non sappiamo molto in questo momento. Tuttavia, uno studio del 2010 ha scoperto che gli uomini che assumevano Paxil - un SSRI noto anche come paroxetina - avevano più frammentazione del DNA dopo aver assunto il farmaco per un mese. Prima di assumere Paxil, il loro livello medio di frammentazione del DNA spermatico era 13,8%, ma 4 settimane dopo, dopo aver assunto Paxil ogni giorno, i livelli erano più che doppi a 30,3%.

 

Antidepressivi e disfunzione erettile 

 

Sebbene siano necessarie ancora molte più ricerche sull'impatto degli antidepressivi e sulla fertilità maschile, sappiamo che possono scatenare la disfunzione erettile e altri problemi tra cui la perdita della libido e l'eiaculazione ritardata. Anche se questi potrebbero non essere collegati alla fertilità in modo specifico, ovviamente, tutto ciò che rende difficile (o forse impossibile) avere sesso penetrativo e climax potrebbe ridurre le tue possibilità di concepimento.

Se stai attivamente cercando di avere un bambino, ti consigliamo di fare sesso ogni giorno durante il periodo fertile, quindi se stai lottando per farlo, potresti avere difficoltà a concepire. Alcuni antidepressivi hanno maggiori probabilità di altri di causare problemi in camera da letto, quindi parla con il tuo medico se sei preoccupato. 

Se stai lottando con la disfunzione erettile, il tuo medico può prescrivere il tuo viagra da assumere insieme ai tuoi antidepressivi. Ma attenzione, la ricerca mostra che potrebbe esserci un legame tra il Viagra e la scarsa salute dello sperma. 

 

Devo togliere gli antidepressivi se voglio concepire?

 

Eliminare gli antidepressivi è una decisione importante e non dovrebbe essere presa alla leggera. Anche se c'è la possibilità che l'eliminazione degli antidepressivi possa migliorare la salute dello sperma, devi misurarla rispetto al pedaggio che potrebbe avere sul tuo benessere mentale. 

Se stai lottando per concepire, cerca di fare il test del tuo sperma: il nostro test a casa lo rende più facile che mai! Una volta che hai i risultati, puoi valutare se è necessario modificare i farmaci. In primo luogo, guarda gli altri fattori dello stile di vita che potrebbero avere un impatto sulla tua fertilità: fumi? Sei in sovrappeso? La tua dieta è più cibo spazzatura che verdure? Se la risposta è sì, potrebbero essere cose più urgenti da affrontare e potrebbero avere benefici sia per la tua fertilità che per la tua salute mentale. 

 

Se non sei ancora soddisfatto della salute dei tuoi bagnanti, considera di condividere le tue preoccupazioni con il tuo medico. Potrebbero essere in grado di suggerirti un farmaco diverso con meno rischi o consigliarti su un modo in cui puoi tranquillamente interrompere i tuoi farmaci se questa è la strada che decidi di intraprendere. 

 

Facebook
LinkedIn
Twitter
E-mail
Altro da esplorare
Stile di vita

Fai il miglior sesso ... per la gravidanza

Let’stalk about sex. When it comes to starting a family, you and your partner probably want to make everything right to hit the jackpot. For

Mese di sensibilizzazione sull'urologia
Comunità

Mese di sensibilizzazione sull'urologia

È il mese della sensibilizzazione sull'urologia, quindi vorremmo far luce su alcuni degli eroi sconosciuti della medicina! Potresti avere qualche idea di